VOLONTARI

 

Chi può diventare volontario in psicologia dell’emergenza?

La Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza è aperta a tutte le figure socio-sanitarie e socio-assistenziali che hanno interesse ad operare in situazioni di micro e maxi emergenze. I soci sono tutti volontari e prestano gratuitamente la propria opera alle vittime e ai soccorritori che ne hanno bisogno.

In situazioni di emergenza vengono costituite le Equipe Psico-sociali di Emergenza, conosciute anche come EPE, in cui vengono offerti alle vittime e ai soccorritori in stato di emergenza forme di sostegno integrato che vanno dall'ascolto alla cura medica; per questo SIPEM ha deciso di aprirsi a tutti gli interessati al settore: per poter offrire un servizio completo e multi disciplinare che possa farsi carico di tutte le richieste.

 

Vorresti diventare volontario ma non sai se ne hai i requisiti?
Non ti preoccupare: oltre alle qualifiche necessarie per la propria professione (lauree, iscrizioni all’albo o abilitazioni certificate e riconosciute dallo stato italiano) non è obbligatorio avere specializzazioni o esperienze pregresse in emergenza per potersi iscrivere. Ovviamente chi è già all’interno del mondo del soccorso (personale 118, soccorritori in ambulanza, vigili del fuoco, militari ed ex militari) e ha più familiarità con i meccanismi di questo settore è avvantaggiato ma chiunque entri in SIPEM viene seguito e formato dai soci per poter lavorare in tutta sicurezza.

Gli unici requisiti richiesti, oltre a un attivo interesse per le emergenze, sono disponibilità a partecipare alle missioni, ai corsi di formazione interna ed esterna e alle attività della associazione sul lungo termine; lavorare in emergenza non è solo attivarsi quando c’è qualche evento che ha risonanza mediatica ma prepararsi e formarsi ogni giorno prima di quel giorno per garantire il miglior servizio alle vittime e ai soccorritori quando ci viene richiesto.

Se vuoi diventare volontario devi essere propenso al lavoro in equipe e avere una buona capacità di adattamento dato che generalmente si opera in contesti complessi e caotici. Il lavoro in emergenza è un lavoro sporco e faticoso quanto appagante e gratificante, quindi sii preparato.

 

Come si rapporta la SIPEM con la sicurezza dei soci?

Lavorare in emergenza non è privo di rischi ma negli ultimi anni sono stati fatti enormi passi avanti in merito alla sicurezza dei volontari di Protezione Civile e anche SIPEM si è da tempo allineata ai criteri stabiliti dalla legge. Tutti i nostri volontari devono avere in dotazione i Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) specifici per il mondo del soccorso che comprende una divisa da lavoro ad alta visibilità e scarponi rinforzati. Sono informati e formati sui rischi che possono dover affrontare e sono anche coperti da una specifica assicurazione. Infine, grazie anche all’impegno dei logisti e dei coordinatori, possiamo essere sicuri che nessuno dei nostri soci venga posto in situazioni di pericolo.

 

Come faccio a iscrivermi?

Scegli dal menù la sezione della tua regione e contatta il presidente o il referente dei volontari per inoltrare la tua domanda. Ricorda che ti possono essere richiesti dei dati personali o un curriculum per valutare la tua idoneità! È importante per noi valutare prima l’ingresso di nuovi soci perché così possiamo sicuri di mantenere alti gli standard della associazione, ma anche per te perché così sarai sicuro di non essere mandato ad affrontare qualcosa per cui non sei pronto.

Non esiste una sede SIPEM nella tua regione? Se hai voglia di impegnarti seriamente, la Federazione sarà pronta ad aiutarti ad aprirne una fornendoti aiuto con la burocrazia ma anche per iniziare l’attività di ricerca dei soci e il materiale per la loro formazione. Più sedi ci saranno, più sarà possibile garantire un servizio di qualità radicato nel territorio e che possa attivarsi localmente in caso di emergenze non nazionali ma che comunque richiedono un intervento psico-sociale.

Se non sei pronto, puoi cercare la regione più vicina a te e chiedere di essere ammesso e iniziare un tuo percorso di formazione. In ogni caso, puoi sempre contattarci per avere tutte le informazioni!

 

Devo ancora finire l’università/percorso di studi ma vorrei poter essere utile e imparare qualcosa di diverso, posso unirmi a voi?

In SIPEM crediamo nell’importanza della formazione e nell’apprendimento precoce, per questo delle molte delle figure che ricerchiamo per le nostre equipe possono anche esserci studenti che devono ancora finire il loro percorso di studi superiori. Chiunque si iscriva in SIPEM senza ancora essere in possesso del titolo può incominciare a integrarsi nei sistemi di Protezione Civile e apprendere tramite l’osservazione diretta e l’esperienza sul campo nelle esercitazioni come si lavora e conoscere professionisti del settore e del proprio campo di studi. Molte delle cose che si apprendono lavorando in emergenza possono essere utilizzate anche nel lavoro di tutti i giorni e viceversa, per questo la SIPEM è un valido momento di formazione.

I giovani inoltre portano all’associazione modi di vedere e teorie spesso innovative e conoscenze nuove (specie sulla comunicazione e il mondo digitale) che aiutano i soci a restare aggiornati e aperti ai cambiamenti.

 

Vuoi maggiori informazioni su come la tua specializzazione possa essere utile in emergenza? Clicca sulla tua professione per scoprirne di più!

Se invece vuoi parlare direttamente con qualcuno e fare delle domande a cui non hai trovato risposta, vai nella sezione contatti e scrivici. Siamo sempre disponibili!

 

Presidente:

Dott. Roberto Ferri

tel: 3283554270 -3355786751

mail: presidente@sipemsos.org

Vice Presidente:

Anna Sozzi

tel: 340 7638267

mail: vicepresidente@sipemsos.org

Probelmi di navigazione:

mail: comunicazione@sipemsos.org

Copyright © 2016 SIPEM SoS Federazione  Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza Social Support. All Rights Reserved

Società Italiana di Psicologia dell'Emergenza - C.F. 96393010580 - Privacy policy - Sito realizzato da Imaginaria